Quando c’è Kelly la casa torna normale.
«Il signor Woods, quindi, lavora in un negozio dove si vendono oggetti di vario tipo?»
«Sì. È il mio posto preferito dove lasciare i disegni. Lui mi fa sentire come se fossero davvero importanti.»
«Non credi che lo siano?»
«Sì» dice Josh, mostrando un altro foglio. «In questo punto, davanti al lago, va disegnato un giocoliere.»
Gli occhioni azzurri di Kelly esaminano veloci i particolari della scena raffigurata. Somigliano alle palle dai colori vivaci che il giocoliere farà volare in aria.
«Prima papà mi dava consigli su cosa ritrarre. Noleggiava abiti d’epoca, o costumi strani, e si faceva ritrarre cambiando la faccia» confessa lui, quasi ridendo.
Kelly lo guarda divertita.
«È fantastico! Anche papà mi aiutava nei balletti, quelli semplici. Gli facevo fare anche parti femminili.»
Una risata pura e piena riempie la casa. Da quanto tempo questi muri non sentivano un suono simile.

Foto ©Domenico Grillo - Disegni ©Desise Lipomi